Home Recensioni Recensione: Tiny Thor

Recensione: Tiny Thor

40
Tiny Thor

Tiny Thor
Editore/Sviluppatore: Asylum Square
Genere: Platform
Piattaforma: Windows, Nintendo Switch, Android, Ios, Linux, macOS
Piattaforma per il test: PC Windows

Sito web: https://store.steampowered.com/app/541310/Tiny_Thor/

“Carino” e “Thor” sono parole che assieme non suonano bene quando si parla del biondo dio nordico.

Eppure, sarà quello che esclamerete guardando questo Tiny Thor.

Questo platform game della “vecchia guardia”, che gli sviluppatori di Asylum Square hanno definito “la nostra lettera d’amore all’età d’oro dei platformo su Snes e Megadrive”, presenta una minuscola versione pixelata di Thor che ha appena ricevuto il suo martello sacro per il compleanno da suo padre Odino.

Tutto sembra pronto per la festa serale, ma il piccoletto biondo incrocia la sua strada con un misterioso sconosciuto simile ad un elfo che lo coinvolge in una stramba, colorata e folle avventura.

Sebbene sia il martello che lo stesso Thor siano “carini e coccolosi”, sono decisamente letali.

Il martello sacro è senza dubbio il protagonista del gioco e le influenze stilistiche di Pin Ball e Breakout sono evidenti nel modo in cui è possibile utilizzarlo.

Quando viene lanciato, Mjolnir rimbalza sulle superfici e, se angolato nel modo corretto, può essere utilizzato per spostare oggetti, uccidere nemici, colpire interruttori e raccogliere gemme. Premendo il tasto di comando (il tasto X) faremo ruotare il braccio del piccolo dio nordico in diverse posizioni, apparirà una linea tratteggiate che ci mostrerà la traiettoria migliore che potremo dare al nostro fidato martello da lancio.

Non tutti i nemici però verranno abbattuti in modo canonico, bisognerà trovare il modo più adatto per disintegrarli.

Il gioco è sostanzialmente un “clone” di qualsiasi platform. Seleziono il livello, ripulisco il mondo, raccolgo gli oggetti nascosti, le gemme (al posto di anelli o monete) e continuo così fino ad arrivare alla boss fight di fine mondo.

Sono 30 i livelli da esplorare e sono tutti caratterizzati e studiati molto bene. La difficoltà e il design dei livelli è ben sviluppato e metterà a dura prova anche i giocatori più esperti.

Sebbene Tiny Thor possa sembrare un platform piuttosto classico e semplice è appagante.

Mette alla prova le tecniche di gioco e il colpo d’occhio del giocatore in numerose situazioni ed è indubbiamente molto divertente.

Il titolo non diventa mai stantio poiché ogni livello porta alcuni elementi nuovi che aumentano la sfida e offrono numerose opportunità per utilizzare il martello in modo creativo.

Anche se il livello di difficoltà e la mancanza della salute sono un po’ frustranti, il titolo merita la promozione.

Graficamente è una gioa di pixel art, colori, animazioni ma su tutto spicca la colonna sonora di quel genio assoluto di Chris Hulsbeck, noto compositore tedesco della scena games famoso per aver realizzato alcune colonne sonore incredibili su Commodore 64 e Amiga (Great Giana Sisters, Turrican e Apydia su tutte). Le musiche sono qualcosa di epico.

PRO:
Grafica sublime in pixel art
Martello divertente da utilizzare
Il gioco non stanca mai e permette di creare situazioni insolite
Musica fenomenale

CONTRO:
Non ci sono livelli di difficoltà.
La raccolta di zaffiri e pietre preziose non porta variazioni in termini di ricompense.

 

LASCIA UN COMMENTO

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome