Home Nerd World Il film cult che ha ispirato Resident Evil è gratis

Il film cult che ha ispirato Resident Evil è gratis

27
I primi Resident Evil usciti su PS1 si ispiravano ai celebri film con gli zombie anni ’80 e non solo.

Advertisement
Del resto, quei giochi sono ancora così tanto amati, che è impossibile non conoscere le loro origini.

Ora, come riportato anche da VG247, Sweet Home, un classico cult dell’horror di cui forse non avete mai sentito parlare e che ha ispirato Resident Evil, è finalmente disponibile per la visione online, gratuitamente (lo trovate nel player poco sotto).

Uscito nel 1989, Sweet Home è un film horror giapponese diretto nientemeno che dall’acclamato regista horror Kiyoshi Kurosawa, meglio conosciuto per opere come Pulse, Cure e Creepy.

Il film segue una troupe cinematografica che visita una vecchia villa abbandonata, un tempo abitata da un famoso artista, ora infestata dai fantasmi.

Finora non c’era un modo semplice per vederlo in alta qualità, ma grazie al gruppo di conservazione di film Kineko Video, è finalmente possibile vederlo sottotitolato in inglese e in qualità 4K, completamente gratis.

La cosa “strana” di Sweet Home è che è davvero servito da ispirazione per Resident Evil, ma non solo per l’aspetto inquietante della villa. Nello stesso anno è uscito un videogioco per NES… sviluppato da Capcom.

Infatti, Resident Evil è stato originariamente concepito come un remake di Sweet Home, con l’iconico regista di videogiochi Shinji Mikami e Tokuro Fujiwara – il regista del videogioco Sweet Home – in veste di produttore.

Una delle caratteristiche più interessanti di Sweet Home è che si trattava di un gioco di ruolo, con diari e appunti per raccontare ulteriormente la storia.

Restando in tema, ricordiamo anche che il remake di Resident Evil 3 è disponibile in forma totalmente gratuita per tutti gli abbonati a Xbox Game Pass.

Ma non solo: l’insider Dusk Golem ha rassicurato i fan di Resident Evil sulle intenzioni di Capcom, con tanti titoli della serie in sviluppo.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome