Home Recensioni STRAY

STRAY

8

STRAY

Editore: Annapurna Interactive
Sviluppatore: BlueTwelve Studio
Piattaforme: Windows, Playstation 4, Playstation 5
Piattaforma Test: Windows

Sito Web: https://www.stray.game/

Stray è un piccolo meraviglioso gioco.

Non è un titolo che spinge il genere in avanti, né un gioco incentrato sul gioco veloce.

Stray vuole solo raccontare una bella storia e permettere ai giocatore di staccare la spina per qualche ora.

E questo lo colloca facilmente tra i migliori titoli di questo 2022. Suddivisa in 12 capitoli, la storia di Stray è semplice e segue un gatto rosso randagio che si è perso e separato dalla sua famiglia.

Come risultato dei suoi viaggi, questo micio viene catapultato in un antico mistero che coinvolge una città murata da tempo e dimenticata, come coinvolge i suoi misteriosi abitanti robot.

Con una storia tenera e coinvolgente e con alcuni personaggi memorabili lungo la strada, questo è un titolo da non perdere. E’ anche un titolo che si gioca in circa 4-6 orette e quindi accessibile a chi non ha molto tempo.

Il nostro micio con l’aiuto di un piccolo drone volante (che lo guida e ci aiuterà in diverse occasioni), esplorerà la città, risolvendo enigmi e aiutando i residenti lungo la sua strada, cercando di risalire in superficie.

Ogni capitolo ha una direzione piuttosto lineare, combinando platform a puzzle game semplici ma di grande effetto. Ci sono enigmi basati su codici, enigmi basati sulla fisica e missioni di recupero semplici ma efficaci.

Tuttavia, i puzzle sono solo una piccola parte del gioco, poiché è il plaforming che gioca in ruolo principale nella storia. I controlli sono semplici e reattivi e integrati nel gioco in modo piacevole e rilassante.

Giocare nei panni di un piccolo felino è un’esperienza unica di per sé, ma ovviamente sarebbe tutta una questione superficiale se il design dei livelli non fosse all’altezza. In Stray è magistrale.

Non siamo però di fronte ad un open world: è un titolo ancora molto lineare. Gli sviluppatori hanno davvero fatto di tutto per rendere l’esperienza di gioco memorabile, riempiendo ogni area e ogni livello di dettagli interessanti e di tantissima esplorazione.

Graficamente è un toccasana per il cuore. Bellissimo per la quantità di dettagli, per le luci, per i giochi d’ombre e le animazioni. C’è un misto di colori vivaci nelle parti “abitate” e di ansia nelle zone buie e angoscianti della “ZONA MORTA”.

Nonostante tutti i lati positivi (e ce ne sono moltissimi), Stray non è esente da difetti. Ci sono alcuni bug che ci costringeranno a resettare in alcuni punti del gioco. Alcuni cali di framerate qua e là e una gestione strana della visione del gatto in zone particolari.

Non è un titolo per gli speedrunner ne per chi cerca qualcosa di sola azione, è un ottimo indie game che ti prende per mano e ti fa indossare la pelliccia morbida di un cucciolo di gatto in una strana società robotica.

Il finale è commovente e c’è amore nella creazione di questo titolo.

PRO:

Comparto tecnico notevole
Storia delicata e molto appassionante
Sistema di controllo semplice e immediato

CONTRO:

Alcuni bug fastidiosi
Frame rate incerto in alcuni livelli

Articolo precedenteTeenage Mutant Ninja Turtles: The Cowabunga Collection disponibile
Articolo successivoEvercade EXP con18 titoli Capcom integrati
La redazione Gamebit, sempre pronta a scovare nuove news!

LASCIA UN COMMENTO

Lascia il tuo commento
Inserisci il tuo nome